logo1st1st10st13st20st25st36


Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Mercoledì 11 settembre 2013

 

  Salone di Francoforte 12-22 settembre 2013


ABARTH 595 50° Anniversario


 

Sono 50 candeline per la più performante, cattiva e divertente delle 500 punte dallo “Scorpione”. Se nel 1963, era la manifestazione italiana ad ospitare il suo debutto, oggi che il Salone di Torino non è più in programma, è quello germanico di Francoforte a farla conoscere a mezzo Mondo. Stiamo parlando della “595 50° Anniversario”. Un' edizione da collezionisti, visto che saranno appena 299 i fortunati proprietari di questa piccola grande vip car da guanti e cravatta. La sua antenata 595 degli anni sessanta, grazie alle sue prestazioni fuori catalogo per una piccolina da città, divenne da subito uno status symbol e ricercatissima non solo in Italia. Sulla base della attuale 595, questa edizione celebrativa, ricalca esteticamente la sua antesignana, con i colori, adesivi e loghi di allora. Quasi un'opera d'arte che sposa la tecnologia più evoluta. Partendo dalla “595 berlina”, il suo benzina 1.4 T-Jet, guadagna 20 cavalli, raggiungendo la notevole cifra di 180 cavalli, non pochi per una berlinetta sotto la tonnellata di peso. A gestire tanta esuberanza non poteva mancare un altro gioiellino del brand cattivo della Fiat, ovvero un rapidissimo cambio “Abarth Competizione”. Specifici cerchi in lega da 17 pollici dal design 695 Grigio Magnesio rifiniti con “liner rosso”. Ai pneumatici ad alte prestazioni, sono abbinati dischi freno dal diametro di 305 mm, con pinza fissa a quattro pistoncino della migliore firma mondiale, ovvero la bergamasca “Brembo”. Assetto, ammortizzatori, scarico variabile “Record Monza”, fari allo xenon con funzione anabbagliante e di profondità assicurano adrenalina e sicurezza. Sedili ergonomici in pelle rossa con inserti bianchi e cuciture anch'esse rosse, ripetute in plancia sono un chiaro omaggio alla prima “595”.

 

 

 

1855

 

Abarth 595 "50° Anniversario"

 

1855

 

 

 

 

 

 

 

ABARTH 695 ASSETTO CORSE  


 

Nel suo nome ritroviamo lo spirito più puro della casa sportiva. “695 Assetto Corse”, non è una piccola da strada, ma una piccola bomba guidabile da piloti veri solo in pista. Nata per le competizioni e i trofei mono marca è la vetrina tecnologica del brand. Il frontale è elegantemente mostruoso, per merito di un paraurti ulteriormente allargato che presenta un ampio spoiler aerodinamico, che ben si integra con un posteriore caratterizzato dall'ala sul bauletto. Bellissimi i ganci ferma-cofano che fanno tanto olio bruciato e gomme stridenti sui cordoli. Non solo estetica ovviamente, perché in questa edizione da competizione, il sovralimentato 1.4 a benzina raggiunge i 205 cavalli e tutta la vettura è rivista nel suo comparto di assetto, freni, sospensioni e ruote per una guida al limite in pista. Con una rapportatura adatta ad un utilizzo agonistico, il cambio sequenziale Sadev è perfettamente calibrato per la frizione bidisco metalloceramica. L'interno rispetta le normative della Federazione Automobilistica Italiana Corse, quindi roll-bar e alleggerimenti vari come i vetri laterali delle portiere in lexan.

 

 

 

1859

 

Abarth 695 AC  vista abitacolo

 

 

 

 

 

 

 

ABARTH 695 Maserati Grigio Record 


 

L'avevamo già conosciuta con il suo vestito da sera, con uno splendido “Bordeaux Pontevecchio”. Qui a Francoforte la Specialties Abarth “695 Edizione Maserati” lascia l'eleganza per la tuta da corsa, con il suo splendido “Grigio Record”. 49 saranno i fortunati possessori, per ricordare quel lontano 1949, anno di nascita del leggendario marchio sportivo. Ogni singola vettura è identificata da una targhetta con il proprio numero di produzione. Affascinanti i sedili in pelle beige fascianti per un contenimento laterale da sportiva di razza, senza perdere nulla in termini di comfort di guida. Una prestigiosa Gran Turismo dalla rifinitura di elevata classe, dai costi di gestione a portata di tutti, dalla qualità del dettaglio paragonabile a vetture di ben altro prezzo. Una Limited Edition per intenditori, da tenere in salotto come oggetto prezioso, ma anche da usare quotidianamente senza remore. E' sempre il prestante 1.4 T-Jet a regalare emozioni come nelle altre Abarth. Qui è nell'edizione al top da ben 180 cavalli con tutti gli accorgimenti di guida assetto, freni, gomme e ruote per far gustare appieno ogni metro con la propria “Scorpioncina”. Così come esemplare è la rapidità e la dolcezza di funzionamento del cambio Abarth Competizione elettroattuato con comandi al volante. La pelle dei sedili e volante si sposa magnificamente con lo sportivo carbonio presente sul cambio, sul batti calcagno e sulla plancia. Se la musica del motore non vi è sufficiente, un raffinato sistema audio Harman con 9 speaker da ben 400 watt, vi accompagnerà nei viaggi più lunghi.

 

 

695 maserati grigio record

 

Abarth 695 Maserati Grigio Record  - 3/4 anteriore

 


 

1851

 

Abarth 695C Maserati Grigio Record  -  3/4 posteriore

 

 

 

 

 

 

 

ALFA GIULIETTA Model Year 2014 


 

Questo salone di settembre è il palcoscenico ideale per mostrare l'edizione 2014 della compatta media grintosa del Gruppo. Quella Giulietta del “biscione” che in questi anni di commercializzazione tanti successi ha riscosso in Italia, così come in paesi come la Germania, dove il cuore sportivo di Arese batte forte. In vendita il mese prossimo, la bella Giulietta si affina sullo stile e sui contenuti per dar battaglia alla concorrenza di sempre così come quella nuova. In poco più di tre anni di vita, la due volumi a cinque porte ha raccolto in mezzo mondo più di 212.000 ordini, grazie al suo fascino di una carrozzeria sportiva ed elegante allo stesso tempo, così come di interni di qualità e design a vertici della categoria. Senza nulla togliere alle sue indiscusse qualità tecniche che ne fanno la trazione anteriore del settore più divertente e piacevole da guidare. Perché se da un Alfa Romeo comunque al comfort non puoi rinunciare, dai quasi per scontato che sappia donarti quel pizzico di piacere al volante in più, rispetto a tutte le altre. La novità motoristica di rilievo è l'adozione del nuovo 2.0 JTDm2 da 150cv che non solo guadagna 10 cavalli in più rispetto all'attuale da 140 cv, ma soprattutto una corposa quantità di coppia maggiore sempre allo stesso numero di giri. Infatti se gli attuali 2.0 JTDm2 da 140 e 170 cv sprigionano rispettivamente 320 e 350 Nm, il nuovo 150cv raggiunge i 380 Nm di coppia. Numeri che tradotti in qualità di guida vogliono dire più scatto e risposta all'acceleratore senza sprechi, senza dover tirare le marce, quindi consumando ed inquinando meno. Grazie infatti alla terza generazione del sistema d'iniezione Common Rail, ogni goccia di gasolio che raggiunge i cilindri è quella che serve per la richiesta, per merito delle 8 iniezioni per ciclo, ottimizzando sempre più la combustione. Non solo, quindi bassi consumi e emissioni, ma anche silenziosità ai massimi livelli. Oltre a questo nuovo gioiellino, anche il settore dell'intrattenimento multimediale è stato affinato e migliorato, con il dispositivo “Uconnect touchscreen sia da 5 che da 6,5 pollici, direttamente integrato in plancia. Caratterizzato da una consultazione delle mappe e di altre informazioni in modo rapido e intuitivo, ha anche la funzione di comandi vocali per non distrarre il guidatore e permettergli di godere al massimo del piacere di guida. Ovviamente il sistema è aggiornato alle ultime novità, come la compatibilità a tutti i nostri gadget multimediali come iPod, iPhone, smartphone. Esternamente l'edizione 2014 della Giulietta porta in dote tre nuove tinte quali il Perla Moonlight, il Blu Anodizzato, ed il bronzo. Il facelifting si traduce in nuovi segni della griglia anteriore, così come la cornice cromata dei fendinebbia, che sottolineano maggiormente la grinta del frontale. Sportivi i nuovi cerchi in lega da 16, 17 oppure 18 pollici. Internamente alzato il livello qualitativo dei materiali impiegati, oltre a nuovo design del rivestimento della portiera, così come della maniglia di apertura della stessa. Nuovi rivestimenti dei sedili, eleganti e sportivi, così come inedito è l'inserto che adorna il tunnel centrale e la plancia. Diversi piccoli dettagli che arricchiscono l'abitacolo rendendolo uno dei più appaganti nella sua categoria. Affascinanti i sedili in pelle e alcantara della versione top di gamma Quadrifoglio Verde, oppure per il pack QV Sportiva. Pelle anche per l'allestimento Exclusive, abbinata ad un raffinato tessuto presente negli altri due allestimenti. In opzione, per i più esigenti è disponibile comunque la selleria totalmente in pelle in tutta la famiglia Giulietta, nelle tonalità rosso, tabacco oppure nero. Ancor più tagliente e sportivo il volante con l'inserto in alluminio, ed un'impugnatura ancor più decisa per via di una pelle sulla corona di altissima qualità enfatizzata dalle cuciture a contrasto. Anche dove non si vive la vettura in viaggio, i miglioramenti per alzarne il livello sono tangibili, come nel vano bagagli, che è rivestito interamente con un raffinato e robusto tessuto nero. Nuovi vani porta oggetti in abitacolo, come quello in plancia ed una presa USB accanto al manettino DNA sono sottili raffinatezze per l'esigente cliente Alfa Romeo. Un affinamento sulla scocca e sugli ancoraggi di paraurti, passaruota, pedaliera, conferiscono a questa rinnovata compatta ancor più solidità d'insieme migliorandone la sensazione di forza e comfort acustico. Nulla è cambiato nell'elevato livello prestazionale, così come in quello della sicurezza di marcia, che sin dal suo esordio ha permesso alla Giulietta di imporsi come una delle compatte medie più sicure a livello mondiale, per merito di una dotazione di protezione dinamica e statica di primo equipaggiamento che non ha eguali.

Giulietta 2014 sarà disponibile in 5 allestimenti. Quello d'ingresso è il conosciuto “Impression” dall'invidiabile rapporto qualità prezzo. Troviamo infatti: 6 airbag, il dispositivo Alfa DNA (con differenziale elettronico Q2 e DST), l'innovativo ESC (include ASR e hill holder), il climatizzatore manuale e il sensore di pressione degli pneumatici. Salendo, eccoci all'equilibrato “Progression” con in più alzavetri posteriori elettrici ed autoradio CD/MP3 con comandi al volante. Per coloro che amano anche il lusso immancabile il livello superiore “Distinctive”, che prevede cerchi in lega da 16", volante in pelle con comandi radio, fendinebbia, climatizzatore automatico bi-zona, nuovi sedili rivestiti in tessuto di qualità, bracciolo anteriore con vano portaoggetti e l'elegante inserto cromato (chrome line) che incornicia i cristalli laterali e cassetto portaoggetti refrigerato. Gli incontentabili e amanti del prestigio l'allestimento “Exclusive” è il loro mondo, offrendo anche rivestimento in pelle/tessuto, cerchi in lega da 17", bracciolo posteriore, regolazione lombare dei sedili anteriori, specchietti retrovisori ripiegabili elettricamente, sensori di parcheggio posteriore, specchietto retrovisore interno elettrocromico, e sensori di pioggia e crepuscolare. Discorso a parte per l'esclusiva e sportivissima “Quadrifoglio Verde” animata unicamente dal potente e speciale quattro cilindri 1750 Tbi da 235cv. Cavalli, assetto ribassato e prestazioni fuori catalogo ne fanno quasi un pezzo da collezione. Ai cinque livelli di equipaggiamento, si possono integrare degli specifici pacchetti di optional per personalizzare ora in chiave sportiva, ora in chiave elegante e funzionale la propria Giulietta. A tal proposito esistono i Pack “Style – Visibility – Comfort – Lusso – Premium – Business – Sport e QV Sportiva ), con quest'ultimo che trasforma ogni Giulietta in una Quadrifoglio Verde, non solo in termini squisitamente estetici, ma anche di guidabilità visti gli accorgimenti tecnici su assetto, cerchi e freni.

 

 

1853

 

Alfa Giulietta 2014 - vista 3/4 anteriore

 

 

 

 


 

 

1853

 

Alfa Giulietta 2014 - vista abitacolo

 

 

 

 

 


 

 

1853

 

 

Alfa Giulietta 2014 - vista plancia

 

 

 

 

 


 

 

1853

 

 

Alfa Giulietta 2014 - vista consolle centrale

 

 

 

 

 

 

 

FIAT PANDA 4x4 Antartica 


 

Proprio in questo 2013, una icona della robustezza e dell'avventura a portata di tutti, spegne ben 30 candeline. La nostra italica e inossidabile, Pandina 4x4. Era il 1983, quando dalla ingegnosa utilitaria firmata Giugiaro, nasceva la versione a trazione integrale inseribile, che fece la felicità di tanti clienti che per lavoro o diletto necessitavano di una tutto terreni semplice e a portata di portafoglio. In questi tre decenni abbiamo avuto tre generazioni di Panda 4x4 per un totale di oltre 400 migliaia di soddisfatti clienti. Non a caso, ancora in giro di Panda 4x4 di oltre venti anni se ne trovano in campagna ed in montagna, che svolgono pienamente il proprio dovere. Questa terza e fresca generazione di integrale Pandosa, sta avendo un grandissimo successo commerciale, superando anche quello positivo ottenuto dalle due precedenti versioni. Infatti, nel nostro continente, 15 Panda su 100 sono spinte dalle quattro ruote motrici. In occasione di questo speciale compleanno, la Fiat fa debuttare alla manifestazione automobilistica germanica la “Panda 4x4 Antartica”, una edizione limitata che prende vita dall'allestimento seriale “4x4 Rock”. A distinguere l'Antartica dalle altre 4x4 della famiglia, vi sono sia soluzioni interne che esterne. La tinta della carrozzeria è bianca con il tetto nero, che si sposa alla perfezione con i cerchi in lega diamantati in colore grigio da 15 pollici, abbinati al coprimozzo arancione, così come arancioni sono le calotte degli specchi retrovisori, per finire con i vetri posteriori ed il lunotto oscurati. Anche nell'abitacolo il matrimonio della tinta arancione e grigia è dominante sui rivestimenti. Dotazione di bordo completa con fendinebbia, quinto posto, sedile ribaltabile e frazionabile, sedile guidatore regolabile in altezza, climatizzatore, ed ovviamente gli immancabili dispositivi elettronici rivolti alla sicurezza, in special modo il sistema di trazione integrale automatica. Nessuna variazione tecnica della pregevole 4x4 normale, dalle sospensioni specifiche per una taratura adatta anche allo sconnesso, così come l'adozione di pneumatici Winter 175/65 R15 84T M+S, capaci di coniugare al meglio la guida sia su sterrato, che neve e asfalto, con un risparmio di tempo ed economico dato che evitano il cambio stagionale. La troveremo in edizione limitata presso le concessionarie verso l'arrivo della stagione invernale, tardo autunno e sarà abbinata alle due motorizzazioni più indovinate, ovvero il gioiellino a benzina 0.9 TwinAir da 85cv, ed il risparmioso e grintoso diesel 1.3 Multijet2 da 75cv.

 

 

1853

 

Fiat Panda 4x4 Antartica - vista 3/4 anteriore

 


 

1853

 

Fiat Panda 4x4 Antartica - vista 3/4 posteriore

 

 

 

 

 

 

 

FIAT 500 TwinAir 105cv 


 

 

In questo autunno che è oramai alle porte, una nuova e grintosa 500 si aggiungerà alla nutrita famiglia che già annovera tra le sue fila diverse motorizzazioni. Fa dunque il suo debutto la versione più potente del bicilindrico pluri premiato di 900 centimetri cubici. Già brioso e scattante nella sua edizione da 85 cv, qui riceve in dotazione ben 20 cavalli in più che permettono alla simpatica ed affascinante city, di migliorare notevolmente le sue prestazioni. Infatti la punta massima della velocità passa dagli attuali 173 Km/h ai 188 Km/h, mentre nella prova di accelerazione, lo scatto da fermo per raggiungere i 100 orari, guadagna 1 secondo netto, scendendo ai 10 secondi tondi. Il tutto mantenendo consumi ed emissioni ai vertici mondiali, come dimostrano i 4,2 litri ogni 100 Km nel ciclo combinato di omologazione ed appena 99 g/km di emissioni di Co2, valori che sono già più bassi del livello europeo stabilito nel 2020. Il propulsore è la vetrina tecnologica dell'automobilismo nazionale. Piccola cilindrata, prestazioni, consumi, ecologia, efficienza lo caratterizzano. Come nella versione 85cv, anche qui è selezionabile la funzione “ECO”. Taglia la coppia di 20 Nm e la potenza di 7 cv, in modo tale da far lavorare il propulsore nel range più ottimale.

 

 

1853

 

Fiat 500 TwinAir - vista 3/4 anteriore

 

 

 

 

 

 

 

 

FIAT 500L / Trekking / Living 120cv 


 

Doppio propulsore, trilplice soluzione di carrozzeria, stessa potenza. La famiglia di 500L da pochissimo allargatasi alla sette posti “Living”, e alla simil off road “Trekking”, guadagna potenza, grinta e prestazioni sia sul fronte benzina che quello a gasolio. Entro la fine dell'anno avremmo i tre allestimenti spinti dai 120 cavalli del benzina 1.4 T-Jet e del 1.6 Multijet2. Il benzina sovralimentato è adatto ad una guida quasi sportiva, con una coppia di 206 Nm ad appena 1750 giri. Notevole spunto, ma soprattutto grande elasticità di marcia. Grazie allo Start&Stop, i consumi nei percorsi cittadini sono sensibilmente ridotti. Nessuna sovralimentazione brutale, come accadeva sino ad una decina di anni fa, ma surplace di marcia notevole. Come gradevolissimo ed ancor più parsimonioso risulta il 1.6 Multijet2, che a pari potenza, sprigiona una considerevole quantità di coppia in più, più del 50%, raggiungendo i 320 Nm allo stesso numero di giri. Corposo e rotondo è ricco di virtù, dalle prestazioni, sino ai consumi ed emissioni bassissime nella categoria, così come la robustezza ed i bassi costi di gestione come dimostra il tagliando ogni 35.000 km oppure ogni due anni. Il turbocompressore a geometria variabile, il cambio manuale a sei rapporti ed il sistema d'iniezione commonrail al terzo stadio, sono garanzia di una risposta all'acceleratore sempre pronta, decisa e soprattutto dove occorre veramente. Notevoli gli accorgimenti per donare brillantezza ma senza sprecare una goccia di carburante, come l'alternatore intelligente che prevede il recupero energetico in fase di rilascio, ricaricando la batteria, oppure la migliorata efficienza del circuito di raffreddamento che diminuisce il tempo di riscaldamento, senza dimenticare la pompa dell'olio a cilindrata variabile riducendo il suo utilizzo solo nei momenti nei quali occorre.

 

 

1853

 

Fiat 500L - vista 3/4 anteriore

 


 

1853

 

Fiat 500L Trekking - vista 3/4 posteriore

 

 

 

 

 

 

 

 

FIAT FREEMONT Black Code 


 

 

Son trascorsi poco più di due anni ed il nuovo crossover Fiat, nato dal precedente Journey di Chrysler ha saputo sin da subito raccogliere consensi dalla clientela italiana ed anche europea. Qualità, tecnologia, comfort, robustezza, prestazioni e convenienza ne hanno decretato il successo con ben oltre le 52.000 vendite nel continente. Non male per una sette posti dalla stazza di quasi cinque metri. Non a caso nella sua categoria lo scorso anno si è posizionata al sesto posto a livello continentale, mentre a livello nazionale, dalla sua presentazione è divenuta la sette posti più richiesta. Proprio per festeggiare questi bei risultati, Freemont si è concessa un regalo, che a sua volta lo è per i suoi estimatori. Un nuovo allestimento al vertice della famiglia, ovvero il “Black Code”, abbinabile sia alla normale trazione anteriore che la integrale permanente AWD. Come annuncia il suo nome, sono i dettagli bruniti a caratterizzarla in modo grintoso ed elegante: in nero lucido troviamo la griglia della calandra anteriore al posto di quella grigio cromata di base, le calotte degli specchietti retrovisori, le cornici dei proiettori anteriori per finire con i specifici cerchi in lega da ben 19 pollici. Volendo porsi come ammiraglia alternativa, la dotazione di bordo è di rango, come dimostrano la presenza in primo equipaggiamento di accessori di assoluto valore come: climatizzatore automatico a tre zone, il controllo automatico della velocità di crociera, la chiave elettronica di apertura keyless/go, i bei sedili in pelle di pregevole qualità con in più il riscaldamento, la poltroncina del conducente a regolazione elettrica, i sensori di parcheggio con telecamera posteriore, gli specchietti retrovisori ripiegabili elettricamente, navigatore satellitare da ben 8,4 pollici touch screen con lettore dvd, connessione Bluetooth, sistema audio Premium di altissima qualità. Oltre alla diversa scelta di trazione, è possibile ordinare questo speciale e ricchissimo “Black Code” sia con il potente e sobrio diesel 2.0 Multijet2 da 170 cv, che con il poderoso e sportivo benzina 3.6 V6 24v da 280 cv, un' esperienza unica, da provare. Freemont in questa particolare edizione, non perde nulla sul piano della sua praticità e robustezza, ideale sia per le famiglie, che per il lavoro ed il tempo libero, ma assume anche un valore da vera bussines car, con un comfort degno delle più blasonate berline tre volumi.

 

 

1850

 

Fiat Freemont- vista 3/4 anteriore

 

 

 

 

 

 


 

 

1850

 

Fiat Freemont- vista 3/4 posteriore

 

 

 

 

 

 

 

 

LANCIA VOYAGER "S"


 

Dopo la famiglia “S” per Ypsilon e Delta, non poteva mancare all'appello l'imponente monovolume Voyager. In vendita nei primissimi giorni del nuovo anno non solo in Italia, ma in tutto il continente, la S ha un sapore meno famigliare e più cattivo, senza nulla perdere nella sua seriosa eleganza. A colpire l'occhio è subito la calandra cromata non più chiara ma in nero lucido, così come lo sono i nuovi cerchi in lega da 17 pollici e le barre portatutto. Lo stesso trattamento scuro si ritrova all'interno dell'abitacolo con la presenza della selleria in misto pelle e tessuto neri con cuciture a vista grigie, ripetute anche sui pannelli delle portiere. In nero lucido anche gli inserti sulla plancia e sul volante che prendono il posto della più classica e tradizionale radica. Un tocco personale anche nel logo “S” inciso sugli schienali dei sedili anteriori. Questo allestimento particolarmente maschile si affianca agli attuali Silver, molto equilibrato, completo e conveniente, ed il sontuoso e ricco Platinum. A muoverlo è il classico diesel 2.8 da 178 cv che grazie alla corposa coppia non teme affatto il peso da cargo. A richiesta in Italia e presente su altri mercati europei anche il vellutato e grintoso benzina Pentastar che già fa correre Thema e Freemont, da ben 283cv. In termini di equipaggiamento, sicurezza e comfort nulla cambia rimanendo un'icona dei viaggi in compagnia a livello mondiale, con una cubatura di carico sino a 4.100 litri. Praticamente un salotto da famiglia che si trasforma in furgone di lusso per ogni esigenza, anche se i raffinati interni richiedono un certo rispetto.

 

 

1850

 

Lancia Voyager - vista 3/4 anteriore e abitacolo

 


 

1850

 

 

 

 

 

 

 

LANCIA DELTA Model Year 2014  


 

 

Abbiamo superato i cinque anni di vita in un settore tra i più difficili sul mercato continentale. A Francoforte viene presentata il Model Year 14 della media compatta di lusso del Gruppo, che sarà a sua volta disponibile al pubblico nei primi di gennaio. Nessun stravolgimento tecnico per una Delta che sin dal suo esordio ha convinto per il design raffinato ed esclusivo, per i suoi propulsori tutti sovralimentati e piacevoli ed il suo comfort da categoria superiore, ma mirati affinamenti stilistici e di dettaglio sia esternamente che in abitacolo per questo maquillage. Spiccano immediatamente la parte bassa della carrozzeria ( paraurti e minigonne ) in tinta carrozzeria in sostituzione dell'attuale nero e presenza del doppio scarico cromato. Dettagli in tinta nero lucido sulla consolle centrale od in nero opaco sul volante, quadro strumenti e tasti in plancia. Accorgimenti che accentuano l'aspetto maschile e grintoso della bella Delta, che dal 2008 ha rilanciato insieme alla Ypsilon il marchio Lancia non solo a livello nazionale. Come oggi, sono quattro gli allestimenti disponibili. Il più accessibile con un controvalore eccellente è lo “Steel”, seguito dall'equilibrato e completo “Silver”, al pregevole “Gold”, sino all'elegante sportività del “S Momodesign”. Inizialmente saranno tre i propulsori, due diesel 1.6 Multijet da 105 e 120 cv ed il doppia alimentazione benzina e gpl 1.4 T-Jet da 120cv, gestiti da una trasmissione manuale a 6 rapporti. Come da tradizione della casa son ben 19 le tinte disponibili per la carrozzeria, dei quali 9 bicolore, con la possibilità di 7 cerchi in lega da tre diametri differenti.

 

 

 

 

1850

 

Lancia Delta '14 - vista 3/4 anteriore e posteriore 

 


 

1850

 

 

 

 

 

 

 

MASERATI QUATTROPORTE Zegna Limited Edition 


 

 

Il suo nome e cognome sono “Ermenegildo Zegna Limited Edition”, una vettura da Salone che prefigura una serie per pochissimi eletti di un'ammiraglia che è già di per sé uno status symbol raggiungibile da una cerchia ristretta di amanti di belle auto. L'unico difetto di una berlina che è il top della quattro ruote. Eleganza, potenza, prestazioni, piacere di guida e comfort al vertice della produzione mondiale. Ebbene la “Ermenegildo Zegna” la vedremo sul mercato nel corso del prossimo anno e sarà l'allestimento interno a contraddistinguerla da tutte le altre. Abbinamenti di tinte calde e soft come il Moka ed il Greige che si rifanno all'ultima collezione di abiti della firma Zegna. Selleria in pelle nappata abbinata esemplarmente ai montanti, l'imperiale ed i fianchetti delle grandi portiere. Inedita anche la soluzione della verniciatura che pare appena uscita da un bagno caldo. Un effetto quasi liquido dovuto a minuscoli pigmenti di alluminio miscelati ad una tinta di base nero lucida. In tal modo si esalta ulteriormente la brillantezza dell'alluminio stesso, che amplifica il carattere di ogni curva della carrozzeria della splendida Quattroporte. Dal punto di vista squisitamente tecnico nulla è variato … per fortuna.

 

 

1850

 

Maserati Quattroporte Zegna - vista laterale e plancia


 

1850

 

 

 

.

nuova italia

 

 

Abarth 595 50° ann.

 

Abarth 695 AC

 

ABARTH 695 Mas. G.R.

 

ALFA GIULIETTA '14

 

fiat PANDA 4x4 Ant.

 

fiat 500 T.Air 105cv

 

FIAT 500L 120cv

 

FIAT FREEMONT B.C.

 

Lancia Voyager S

 

LANCIA DELTA MY '14

 

MASERATI Q.Porte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it