logo1st1st10st13st20st25st36


Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Martedì 17 novembre 2020

 

 


 

Fiat Panda 2012  Fiat Panda 5 porte   

Per Gamma e Dati Tecnici digita la foto sopra:

 


 

 

 

Fiat Panda MY 21 per i suoi primi 40°anni

( novembre 2020 )


Fiat Panda my21 cross

Presentata otto anni fa, giunta alla terza generazione, la Panda si aggiorna affinandosi nei particolari estetici, quanto tecnici e funzionali, per festeggiare le sue prime quaranta primavere. E’ l’occasione per crescere ancora, migliorandosi e regalando inedite versioni come la “Sport”. In effetti solo in una eccezione si è vista nella lunga carriera della city car più famosa dopo la “500”, un allestimento pepato della razionale e pratica piccola da città per antonomasia. Quella era la cattivella “100 HP” su base seconda serie spinta dal quattro cilindri 1.4 16v da quasi, appunto, 100 cavalli. Una famiglia di Panda ben strutturata con cinque anime. Si parte dalle pratiche urbane “Panda” e “City life” che fanno dell’economia e della funzionalità nella vita quotidiana tra i semafori il loro credo, incarnando il concetto basic della Panda dei primi anni ottanta. Ora, come dicevamo, per coloro che vogliono distinguersi in modo brioso e atletico, è nata l’inedita “Sport”. Immancabile, ovviamente, la declinazione più avventurosa di Panda, che sin quasi dagli albori l’ha sempre accompagnata, quindi ecco le “City Cross”, senza trazione integrale, e le montanare “Cross” fornite, come da tradizione, di tutto punto per superare ogni ostacolo, ovunque ci si trovi. Non è facile mettere mano ad una vettura che negli ultimi otto anni è risultata la più venduta in Italia, primeggiare tra le piccoline da città in tutto il Continente. Oltre agli allestimenti, cinque, sono due le trazioni, tra anteriore e 4x4, e ben cinque alimentazioni, dal classico benzina, alla versione ibrida, con il benzina abbinato ad un motore elettrico, o i classici ed ecologici, bifuel, dove il benzina si accompagna o al metano oppure al gpl. Il prezzo di attacco è come sempre, grazie, al finanziamento della casa, la rottamazione e agli incentivi, molto accattivante, come recitano i soli 8.200 euro della 1.0i 70cv “Panda”. Il miglior connubio tra spesa e contenuti è la “City Life”, dove praticità e stile distintivo convivono armoniosamente. Nuovi specifici paraurti, dai codolini parafango, dagli inserti nelle minigonne e dai nuovi cerchi in lega da 15” che si sposano perfettamente con i numerosi elementi neri a contrasto, dalle barre longitudinali alle fasce protettive laterali, dalle calotte degli specchi alle maniglie esterne.

 

Fiat Panda my21 city life

Sedili in tessuto bi-colore grigio, plancia di colore antracite, climatizzatore manuale , Radio DAB Mobile con il Bluetooth 2.1, con supporto per smartphone installato sulla plancia con comandi al volante. Dopo le 500, 500L, 500X e Tipo, ecco che anche la Panda si fregia della denominazione “Sport” e la si riconosce da lontano. Nuovi cerchi in lega “Sport” da 16” bi-colore con gemme nere/rosse, le maniglie e le calotte degli specchi in tinta carrozzeria, quest’ultime a richiesta possono essere di colore nero lucido in abbinamento col tetto nero in opzione e l’esclusivo logo “Sport” cromato sulla fiancata laterale, sopra l’indicatore di direzione. Disponibile la nuova ed esclusiva livrea Grigio Opaco. Plancia di colore titanio, i pannelli porte specifici in eco-pelle, l’inedito imperiale nero e i nuovi sedili con rivestimento in tinta grigio scuro, i dettagli in tecno-pelle, le fasce laterali in tessuto e cuciture rosse, a richiesta, il Pack Pandemonio, tributo all’omonimo kit lanciato nel 2006 sulla Panda 100 HP comprendente le pinze freni rosse, vetri oscurati e l’inedito volante in tecno-pelle con cuciture rosse. Sempre di serie si segnala la nuova radio Touchscreen da 7'' con sistema digitale DAB, predisposizione Apple CarPlayTM e compatibilità Android AutoTM e alloggiamento per smartphone. Di serie, la City Cross al centro plancia sfoggia il climatizzatore automatico, la nuova Radio touchscreen da 7'' con Apple CarPlayTM / Android AutoTM, fendinebbia, i proiettori DRL a led e alcuni elementi neri, quali le barre longitudinali sul tetto e le modanature laterali, che ne accentuano il look urbano. La Panda Cross, l’allestimento top di gamma dal carattere e aspetto off-road con il massimo dell’equipaggiamento per chi non cerca compromessi. Nuovi cerchi “Cross” Style da 15”, doppio gancio-traino rosso nella parte inferiore della griglia paraurti, verniciatura cromata per gli scudi paracolpi, barre longitudinali e fasce paracolpi laterali con scritta “Cross” nera in rilievo. Sensori di parcheggio posteriori, climatizzatore automatico, volante in pelle, nuovi pannelli porte in tecno-pelle nera, nuova plancia “woody” realizzata con materiali riciclati e nuovo sistema Touchscreen da 7'' completo di radio digitale DAB, predisposizione Apple CarPlayTM e compatibilità Android AutoTM e alloggiamento per smartphone. Nuovi sono anche i sedili bicolore realizzati, con un occhio attento alla sostenibilità, la cui parte centrale è filata con uno speciale tessuto eco-friendly ottenuto con almeno il 37% di plastica riciclata di origine terrestre. I sedili con cuciture marroni laterali in tessuto e dettagli in eco-pelle con logo dell’allestimento. Il Mild Hybrid è disponibile su tutte le versioni tranne che con le 4x4 spinte unicamente dal bicilindrico a benzina sovralimentato.

 

 

 


 

 

 

Fiat Panda “Easy Hybrid”

( Giugno 2020 )

 

 

Fiat Panda Hybrid Easy

Fu City Cross la prima Panda con sistema ibrido in aiuto al propulsore termico. Bella, attraente, giocosa e strizzante l’occhio all’avventura, pur senza alcun ausilio meccanico od elettronico per il fuori asfalto. Ma ora tocca alla naturale stirpe del concetto di Panda, ovvero, semplicità, robustezza, discrezione, tanta funzionalità e praticità, il tutto, soprattutto, ad un prezzo veramente “EASY”, come il suo nome di allestimento. Panda, è sinonimo di agilità cittadina e quale soluzione migliore se non una leggera elettrificazione che non pesa sulle tasche del cliente? A supportare la cavalleria (70cv) del modernissimo tre cilindri Firefly da 1 litro di cilindrata, vi è una macchina elettrica BSG, acronimo di “Belt integrated Starter Generator”. La sua funzione è quella di recuperare energia in frenata e decelerazione, che andrebbe a perdersi normalmente, e stivarla come riserva nella batteria al litio da 11 Ah di capacità. Con una punta massima di 3,6 kW di potenza, questa fonte energetica guadagnata, andrà a riattivare il propulsore termico dopo il consueto arresto e spegnimento al semaforo od in coda, oppure come bost nelle richieste di maggiore accelerazione, come avviene ad esempio per un sorpasso. Il tutto si traduce in un buon 20% di emissioni di Co2 in meno rispetto al classico benzina 1.2 litri da 69 cavalli , senza nulla perdere della consuete verve, ma migliorando il comfort di marcia. Merito anche della dotazione di un ottimo cambio a 6 rapporti, studiato appositamente per la Hybrid. Rispettando le severissime norme anti inquinamento classe “Euro 6D Final”, aumenta i vantaggi di circolazione in molte città per via della libertà concessa alle vetture omologate ibride. Esternamente risulta essere una Panda classica normale, se non per i dettagli come la firma “Hybrid” sul baule, ma quello che la differenzia da tutte le altre auto ibridizzate è il suo prezzo d’acquisto. Per tutto il mese di giugno, non solo non occorre nessun anticipo ed i pagamenti rateizzati sono posticipati all’anno successivo, ma l’importo totale è solamente di 9.900 euro. Ne fa dunque la elettrificata più a buon mercato rispetto a tutta la concorrenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fiat Panda “Ibride”.

( Gennaio 2020 )


Fiat Panda Hybrid

Dopo le Jeep, ecco le primissime auto di firma italiana di serie, che adottano un supporto alternativo al tradizionale propulsore termico. Si affaccia dunque il sistema elettrico in casa Fiat. In modo leggero, non impegnativo sia in termini economici che di abitudine all’uso quotidiano per il fruitore finale che è appunto l’automobilista. Il primo passo verso quel mondo elettrico tanto paventato da oramai un decennio a questa parte. Così il nuovo decennio si apre con le più famose auto del brand, ovvero la Panda e la 500 Hybrid, in una ricca versione di apertura chiamata “Hybrid Launch Edition”. Inedito non è solamente l’apparato elettrico, ma lo stesso motore a benzina, già visto sulla 500X, ma di gran pregio sulle più piccole city del marchio torinese. Con i continui blocchi al traffico delle nelle grandi metropoli, specie per le alimentazioni diesel anche di recenti produzione, si seguono strade alternative, ma che non facciano perdere i benefici delle tanto ingiustamente criticate vetture a gasolio, come la loro efficienza, il basso consumo e la grande autonomia. Le elettriche pure hanno due ostacoli ancora molto alti da superare. Il loro acquisto, dalle due alle tre volte superiore a quello delle analoghe a propulsione endotermica, oltre ad una drastica diminuzione dell’autonomia resa ancor più problematica dai tempi lunghi di ricarica. Fiat dunque abbraccia l’aiuto elettrico al Mondo propulsivo che oggi conosciamo. Il primo step alla propulsione elettrica globale senza stravolgimenti, in modo tale che il proprietario della vettura non troverà alcuna modifica al suo abituale iter giornaliero di mobilità. Anzi la nuova tecnologia permette già un gusto alla guida ancor più dinamico e divertente, con ovviamente, la consapevolezza di rispettare l’ambiente in cui viviamo. Panda e 500 ibride sono il primo gradino che vedrà il successivo nella produzione della piccola city chic iconica totalmente ad elettroni, per poi nei primi anni del nuovo decennio ampliarsi in una gamma sempre più ampia e articolata. All’atto pratico è stato preso il recente ed innovativo tre cilindri a benzina di 999 cm3 di cilindrata Firefly ma non da 120 cavalli, ma nella inedita e semplice edizione da 70 cavalli, che però è in collaborazione con una motrice elettrica “BSG”, acronimo di Belt Integrated Starter Generator, da 12 volt che accumula il tutto in una piccola batteria al litio. Il confronto infatti è da farsi con i rispettivi modelli spinti dallo storico quattro cilindri aspirato Fire 1.2 da 69 cavalli. Ebbene sulla 500 Hybrid si registrana una diminuzione dei consumi, perdio della produzione di Co2 di circa il 20%, mentre se si prende in considerazione la Panda Cross si raggiunge un miglioramento del 30%. Senza la sovralimentazione il nuovo millino riesce ad avere quasi la stessa coppia del vecchio 1.2 Fire, con il netto vantaggio di essere decisamente più leggero oltre ad avere anche la distribuzione a catena. 70 cavalli a 6.000 giri e 92Nm di coppia a 3.500 giro al minuto. Ma non è da leggere come un’entità a se stante perché è in continuo dialogo con il BSG, applicato attraverso la cinghia dei servizi al benzina stesso.

 

Fiat Panda Hybrid

Infatti in fase di decelerazione o frenata stessa, viene generata energia elettrica che attraverso la batteria al litio da 11Ah, non viene più dispersa ma recuperata in grado di sprigionare sufficiente potenza massima ( pari a 3,6 Kw ) per riavviare il motore nei start e stop o nelle situazioni dove si richiede un’accelerazione più vivace. Ciò permette anche quasi di veleggiare, ovvero di muoversi con il benzina spento quando si viaggia ad una velocità inferiore ai 30km/h. Nessuna paura perché è il BSG che governa la vita della piccola cittadina e il conducente può tenere sotto controllo il tutto attraverso la strumentazione ancor più attraente sulla 500. Riavviamenti più rapidi e silenziosi in colonna, un cambio a 6 marce specifico con un rapporto finale di tutto comfort ed economia, oltre ad un propulsore ancor più in basso, di quasi mezzo centimetro che porta il baricentro della vettura più al suolo conferendo dunque una guida più precisa ed accattivante. Dunque piacere di guida, buone prestazioni, bassi consumi ed un’omologazione ecologica secondo la normativa Euro 6D Final, oltre al fatto di rientrare tra le categorie delle ibride, che si traduce in agevolazioni sulle tasse, oltre alla circolazione stradale. Semplice ed elegante, in pure stile italiano il logo che identifica il nuovo corso dell’ibrido delle due piccole di casa Fiat, ovvero un bottone che simula una lettera “H” costituita da due gocce di rugiada, dal quale prende vita anche la nuovissima tonalità “Verde Rugiada” disponibile per entrambe le automobili. Ben chiaro sui rispettivi portelloni la firma della scelta tecnologica “Hybrid”. Ecologiche nel cuore che le anima, ma anche in qualcosa di più tangibile, come la selleria delle “Launch Edition”, una chicca nel mondo dell’automobile a livello mondiale, il cui tessuto è parzialmente riciclato da plastiche recuperate per il 10% in mare ed il restante sulla terra ferma. Allo stesso tempo le stesse tinte vengono apportate salvaguardando l’utilizzo mirato sia dell’acqua che dell’energia. Se nel Vecchio Continente Panda e 500 insieme hanno conquistato quasi 400 mila nuovi clienti nel 2019, le nuovissime versioni orientate alla richiesta, proprio in Europa di attenzioni particolari all’ambiente, contribuiranno senza dubbio al successo di due leggende italiane, sul mercato la 500 da ben 12 anni e l’ultima Panda da 9 anni, terza erede di una dinastia nata 40 anni fa. Ordinabili entrambe già dalla seconda decade del mese di gennaio in corso, si potranno parcheggiare a casa le prime ibride Fiat tra la fine di gennaio e i primissimi giorni di febbraio. Il tutto con un prezzo, grazie alle promozioni e agli sconti statali, a partire da 10.900 euro. Tre gli allestimenti compreso il Trussardi per la Panda ed una dotazione già per le basi completa di tutto.

 

 

 


  

 


GAMMA e DATI TECNICI

c.c. Alim. Cilindri Valvole cv Vel.max acc. C.urb C.sta lung. larg. . A/i. Allestimento Versione

PREZZO
1,2 b 4 8 69 164 14,5 5,8 4,3 365 164

Pop i

11600
1,2 b 4 8 69 164 14,5 5,8 4,3 365 164

Easy i

12600
1,2 b 4 8 69 164 14,5 5,8 4,3 365 164

Lounge i

13600
1,2 bg 4 8 69 164 14,5 7,1 6,3 365 164

Easy GPL Easy Power

14600
1,2 bg 4 8 69 164 14,5 7,1 6,3 365 164

Lounge GPL Easy Power

15600
0,9 tbim 2 8 85 170 12,7 4,3 3,1 365 164

Easy N.Power t.air turbo

16250
0,9 tbim 2 8 85 170 12,7 4,3 3,1 365 164

Lounge N.Power t.air turbo

17250
1 hyb-b 4 16 69 155 14,7 4,6 3,5 369 167

Easy Hybrid

13750
1 hyb-b 4 16 69 155 14,7 4,6 3,5 369 167

City Cross Hybrid

15100
1 hyb-b 4 16 69 155 14,7 4,7 3,5 369 167

Launch Edition Hybrid

16100
1 hyb-b 4 16 69 155 14,7 4,7 3,5 369 167

Trussardi Hybrid

17100