logo1st1st10st13st20st25st36


 Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Mercoledì 9 gennaio 2013

 

        Anteriore 7,0      3/4 Anteriore 7,0      Laterale 7,0      3/4 Posteriore 6,5       Posteriore 6/7      Plancia 6/7       Abitacolo 6,5  

                                                                                       Votazione Totale: 6/7                                                                              

Simpatica seriosa

Lineare, semplice e molto razionale. Derivata dalla Uno brasiliana ed ancor di più dalla Duna Week End di metà anni ottanta, il suo frontale ha un non so ché di rustico. Trasmette tranquillità e simpatia, oltre che robustezza. Cofano liscio squadrato ma dagli angoli arrotondati e smussati sormonta una griglia che più  orizzontale di così non si può. Ai lati della mascherina centrale dove capeggia la storica “i” di “Innocenti” si affiancano i proiettori rettangolari elegantemente delimitati dalle frecce con il trasparente. Sempre molto squadrato e dall'aria massiccia il paraurti in materiale plastico in tinta completamente nera con un accenno di sportività attraverso il piccolo spoiler sottostante. Avvolgenti e sempre in plastica nera gli specchietti retrovisori che ben si integrano nel disegno generale dell'anteriore.

 

 

 

Vista Anteriore


Votazione complessiva:

7,0

 

101

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

7,0

          

ELEGANZA

 7,0 

 

SIMPATIA

7,5

 


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

7,5

 

 

 

 

Rustica solidita'

 

Ecco che in questa vista, la natura di questa pratica vettura emerge senza nessuna esitazione. Se dal frontale, risulta praticamente impossibile distinguerla dalla piccola due volumi “Mille” nella sua prima versione, qui le sue doti e la sua spiccata personalità di auto tutto fare affiorano immediatamente. Linearità totale senza risultare allo stesso tempo spigolosa. Grandi superfici vetrate danno ampio respiro ad una carrozzeria che nella sua semplicità presenta guizzi stilistici che rafforzano l'idea di robustezza, come la nervatura che corre per tutta la fiancata attraversando le due maniglie di apertura ed allo stesso tempo la curvatura con taglio deciso all'altezza dei passaruota. Per non parlare della protezione in plastica nera sottostante in tutta lunghezza che unisce visivamente il paraurti anteriore a quello posteriore. Il montante anteriore è sottile e avvolgente.

 

Vista  3/4 Anteriore


Votazione complessiva:

7,0

 

101

 

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

7,5

          

ELEGANZA

7,0

 

SIMPATIA

7,5

 


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

7,0

     

Piccola gigante

 

Le tre luci laterali con quella di coda ancor più grande creano il miraggio di una macchinona. Le proporzioni sono azzeccate e con i dovuti rapporti, in queste ultime versioni degli anni novanta con tinte di carrozzeria lucenti, specchietti retrovisori coordinati e copri cerchi specifici, l'Innocenti Elba pare una piccola Lancia Thema Station Wagon. Non vogliamo gridare allo scandalo che le due vetture sono di lignaggio, fattura e costo differenti, ma i tratti grafici lungo la fiancata seguono lo stesso criterio. Fa sorridere il fatto che a dispetto di una familiare così capiente, e lo si nota appunto anche dalla coda, la lunghezza totale raggiunge appena i 4,04 metri, ovvero risulta più corta di 3 centimetri anche dell'attuale Punto. Molto gradevoli i mancorrenti sul tetto che partendo dalla cima del portellone, terminano all'altezza del montante centrale, aggiungendo un ulteriore elemento a quella atmosfera off road che aleggia su questa simpatica Week End.

 

Vista  Laterale


 

Votazione complessiva:

7,0

101

 

 

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

7,5

          

ELEGANZA

7,0

 

SIMPATIA

7,0

 


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

6,5

     

Che C...oda !!!

 

In questa vista primeggia l'elemento scatenante all'acquisto di questa robusta familiare. Grande spazio al baule. La coda si allunga notevolmente con uno sbalzo sul retro dell'asse posteriore considerevole se si considera la vettura nel suo insieme. Praticamente, sulla base di una vettura dal passo del segmento “B” degli anni ottanta, abbiamo una coda degna di una vettura di segmento “D” sempre degli anni ottanta, oppure di segmento “C” dei giorni d'oggi. Il montante della coda sale non completamente in modo verticale, ma con una leggera inclinazione seguendo parallelamente quanto accade sul montante tra la portiera posteriore e la luce del bagagliaio. Di vecchia scuola le guarnizioni presenti su tutti i finestrini, abbondanti e sporgenti, ma non per questo poco gradevoli. La vettura pare essere circondata completamente da questa fascia protettiva in plastica dura conferendo dal muso al portellone posteriore, una sensazione di sicurezza e praticità di vita quotidiana oggi poco diffusa.

 

 

Vista  3/4 Posteriore


 

Votazione complessiva:

6,5

101

 

 

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

 7,0 

          

ELEGANZA

6,5

 

SIMPATIA

6,5

 


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 6,0

 

SIMPATIA

7,0

     

Apriti sesamo

 

Il portellone, ampio e a tutta altezza la fa da padrone. Richiama molto il design di quanto visto in vetture contemporanee di casa Fiat, specie la Tempra Week End o la Panda. Infatti, per aumentare il più possibile l'apertura laterale e quindi agevolare le operazioni di carico e scarico, sono stati adottati proiettori che si sviluppano solo in verticale, senza prolungamenti orizzontali, con ulteriori convenienze economiche costruttive. Squadrato, ma allo stesso tempo curvato all'altezza del porta targa, il portellone ha un lunotto ampio e regolare delimitato da una guarnizione in gomma nera molto pronunciata che fa molto anni ottanta. Un poco misero il tergicristallo, specie se guardato con gli occhi odierni. Invece è perfettamente integrato nel contesto della vettura lo sporgente e pronunciato paraurti posteriore in plastica nera.


 

 

Vista Posteriore


 

Votazione complessiva:

6/7

101

 

 

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

7,0

          

ELEGANZA

6,5

 

SIMPATIA

7,0

 


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

7,0

     

Mi ricorda qualche d'UNO!!!

I più nostalgici riconosceranno la plancia della mitica cittadina plurimilionaria di casa Fiat, la Uno. All'atto pratico è stata eseguita un'operazione di copia e incolla. Nulla di stravolgente e scandaloso, visto che la “Elba” nasce proprio dalla simpatica “Uno”. Ovviamente la data di nascita si fa sentire, se si pensa che la Uno è uscita dai listini nel 1995, mentre la familiare dell'Innocenti ha proseguito la sua carriera sino alle soglie del 1998. Nei suoi materiali di vecchio stampo, presenta una plasticità d'insieme gradevole, con un occhio di riguardo alla praticità ( come l'ampia vasca porta oggetti in tutta lunghezza ) ed ergonomia, con i comandi tutti a portata di mano. Strumentazione chiara e ben leggibile ben incassata sotto una palpebra antiriflesso d un mobiletto centrale con bocchette di ventilazione squadrate ed ampie e sottostanti le intuitive manopole del suo controllo. Ancor più in basso l'autoradio, senza i moderni comandi al volante, ma comunque facilmente raggiungibile e non ostacolata dalla leva del cambio.

 

Vista Plancia


 

Votazione complessiva:

6/7

101

 

 

 

Ieri 1993

SPORTIVITA'

 7,5 

ELEGANZA

7,0

SIMPATIA

8,0

STRUMENTAZIONE

7,0

FINITURA

7,0


 

Oggi 2013

SPORTIVITA'

 6,5

ELEGANZA

 6,0

SIMPATIA

6,5

STRUMENTAZIONE

6,0

FINITURA

6,0

     

Praticità è il verbo

 

Segue il discorso appena fatto sopra riguardo la plancia. La Uno detta legge sui pannelli porta, sulle sedute e sulla componentistica in generale. Questo non è un difetto, ma bensì un pregio, visto che il tutto è stato studiato non certo per appagare l'occhio ma per conferire praticità e robustezza a tutta prova. Non vi è morbida e calda alcantara, ma tessuto resistente e facilmente lavabile, le plastiche sulle portiere non saranno morbide o levigate, ma dopo tanti anni di scendi e sale, tira e molla, sono ancora salde al loro posto. Non a caso dopo 15 o 20 anni, di Innocenti Elba ne vediamo ancora in giro in mano ad imbianchini ed idraulici. Questo è testimonianza di longevità sia meccanica che di componentistica interna. Nessun fronzolo e risvolto lussuoso, nessuna mostrina lucente, ma tanta, tanta solidità e praticità.

 

Vista Abitacolo


 

Votazione complessiva:

6,5

101

 

 

 

Ieri 1993

 

SPORTIVITA'

6,5

ELEGANZA

6,5

SIMPATIA

7,5

FINITURA

7,0


 

Oggi 2013

 

SPORTIVITA'

6,0

ELEGANZA

 6,0

SIMPATIA

7,0

FINITURA

6,0

   

Equilibrio generale

 

L’equilibrio di fondo del suo design è l’elemento più caratterizzante. Semplicità e linearità sono gli elementi distintivi e questo filone estetico lo ritroviamo sull’intera vettura ed in ogni suo particolare, dalle maniglie ai proiettori. Un’insieme gradevole e regolare che non cade nella banalità e l’anonimità.


Marchio

Vedere un simbolo della nostra cultura automobilistica nazionale lascia sempre un poco di commozione. Visto che la Renault ha riesumato una vecchia gloria come “Dacia” per riuscire ad avere un brand discount con prodotti validi, non sarebbe per Fiat un’operazione analoga, e di successo, se utilizzasse “Innocenti” per una famiglia di prodotti robusta, pratica e dal prezzo aggressivo?

 

 

 

120


116

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it