logo1st1st10st13st20st25st36


 Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Martedì 16 febbraio 2010

 

        Anteriore 7,0      3/4 Anteriore 7,0      Laterale 6,5      3/4 Posteriore 6,5       Posteriore 6,5      Plancia 7,5       Abitacolo 7,0  

                                                                                       Votazione Totale: 7,0                                                                              

Semplice concretezza

 

Nel muso tagli, spigoli e rette la fanno da padrona. Il muso non è aggressivo e non vuole nemmeno ricercare una eleganza e una raffinatezza particolare, ma vuole rassicurare. Si vuole conferire un'aria teutonica, tedesca, quindi del ben fatto, a scapito di una freddezza d'insieme.

Un paraurti massiccio, molto semplice con dei tagli su tutta la sua larghezza nella parte più bassa, da farla assomigliare alla filettatura di una vite. Nella parte alta del paraurti troviamo un semplice spazio per la targa ed ai suoi lati profili in gomma protettivi.

Sopra il paraurti prendono posizione proiettori classici rettangolari senza guizzi particolari.

A non convincere è la calandra ( rappresentata da una griglia orizzontale molto schiacciata verticalmente ) che invece di essere esposta e pronunciata verso l'esterno, rimane incassata nel muso, donando maggior rilievo alla fanaleria che sporge più avanti. Questa scelta stilistica, prende forma dalle nervature del cofano che vanno a raccordarsi in alto verso i fanali, tenendo più bassa e totalmente liscia, tutta la parte centrale. Gradevoli e sportivi gli specchietti retrovisori esterni.

Vista Anteriore


Votazione complessiva:

7,0

 

101

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

7,0

          

ELEGANZA

 7,5 

 

SIMPATIA

7,0

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

 6,5

 

ELEGANZA

 7,0

 

SIMPATIA

 6,5

 

 

 

 

Razionale

 

Con la Stilo, la Fiat vuole cambiare radicalmente lo spirito estetico delle sue vetture. Alla estrosa, fantasiosa e curvilinea "Bravo-Brava" si contrappone una squadratissima "Stilo".

Come nel muso, anche nella vista di 3/4 anteriore dominano le linee rette e gli spigoli. Le uniche curve le ritroviamo nei passa ruota e nelle ruote stesse.

Molto evidente l'allargamento della vettura sotto la linea dei finestrini tramite una discesa netta e spigolosa che incorpora nella sua linea di forza le maniglie delle portiere.

Tale taglio obliquo parte dalla fanaleria anteriore per giungere dritta direttamente sulla fanaleria posteriore.

Interessante il taglio basso delle portiere che crea un incavo generando una sorta di effetto minigonna.

 

 

Vista  3/4 Anteriore


Votazione complessiva:

7,0

 

101

 

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

7,0

          

ELEGANZA

7,5

 

SIMPATIA

7,0

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

6,5

 

ELEGANZA

 7,0

 

SIMPATIA

 6,5

     

Nata per lo spazio

 

Osservando la 2 volumi Fiat lateralmente salta subito in mente una celebre antenata, ovvero la "Tipo".

Tre ampie luci laterali, ampio passo e ridotti sbalzi, sviluppo verticale ( qui sulla "Stilo" si è vicini a parlare di monovolume ), ampie portiere.

Lo spazio è cardine del design, a scapito di eleganza pura e soprattutto alla sportività 8 demandata quest'ultima alla più attraente Stilo 3 porte ).

La vista laterale non fa che ribadire quanto detto sulla vista di 374 anteriore, anche se è ancor più evidente qui la notevole altezza della vettura, che se da un lato ne migliora la vivibilità interna, ne rende invece le proporzioni non equilibrate.

 

Vista  Laterale


 

Votazione complessiva:

6,5

101

 

 

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

 6,5 

          

ELEGANZA

 7,0 

 

SIMPATIA

6,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

6,0

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

 6,5

     

Station accorciata

 

Nella vista di 3/4 posteriore risalta ancor di più il carattere famigliare della 5 porte compatta di inizio millennio di casa Fiat.

Pare quasi di essere dinanzi ad una Station Wagon senza coda. Certamente non è un risultato casuale, ma lo scopo ultimo del progetto.

La Stilo è come se fosse divisa in due sezioni da un taglio netto e deciso orizzontalmente. Il piano che giunge sulla strada è carrozzeria, la parte superiore è vetrata.

Come tutto il design della vettura, anche il montante posteriore appare spigoloso e scende leggermente inclinato verso la coda.

La linea di cintura dove troviamo le maniglie, sale solo leggermente verso la coda, annullando del tutto ogni sensazione di dinamicità e sportività.

 

 

 

Vista  3/4 Posteriore


 

Votazione complessiva:

6,5

101

 

 

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

 6,5 

          

ELEGANZA

7,0 

 

SIMPATIA

6,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

6,0

 

ELEGANZA

 6,5

 

SIMPATIA

 6,0

     

Solidità anonima

 

Il paraurti prende parola nella vista posteriore. E' ampio e massiccio oltre a fuoriuscire dal cofano bagagli di una buona spanna. Ai lati dello stesso, sale inclinandosi verso l'anteriore per congiungersi perfettamente con la fanaleria rettangolare che non mostra nulla di eclettico e particolarmente eccitante.

Nel bel mezzo un cofano bagagli con una larghissima maniglia per un larghissimo incavo che funge da porta targa.

La linea di cintura della fiancata segue anche sul posteriore dove troviamo il logo circolare della casa e sopra un semplice, rettangolare e ampio lunotto.

Una vista che non rimarrà negli annali del lato "B" di auto più bella.

Non ha insufficienze, ma neppure lodi.

 

Vista Posteriore


 

Votazione complessiva:

6,5

101

 

 

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

 6,5 

          

ELEGANZA

 6,5 

 

SIMPATIA

6,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

 6,0

 

ELEGANZA

 6,0

 

SIMPATIA

 6,5

     

Tecnologia da vendere

 

Dove la Stilo riesce a risalire la china è all'interno, specie nella plancia. Non siamo dinanzi ad un'opera che lascia senza parole, ma un certo salto qualitativo e visivo rispetto alle precedenti "Bravo" e "Brava", si nota ed è tangibile.

Colpisce in primo luogo il mobiletto centrale che diviene una vera e propria centrale tecnologica e nonostante l'affollamento di tasti e rotelle, l'ergonomia non le fa difetto.

Molto gradevole esteticamente anche il raccordo tra il mobiletto e il tunnel centrale, così come la strumentazione davanti al guidatore molto completa e ben leggibile, oltre ad essere racchiusa da una soffice e ampia palpebra.

Anche nella plancia a far la parte del leone è un'insieme spigoloso dominato dalle rette con l'abbandono quasi totale di curve.

Nonostante una parte alta della plancia gradevole al tatto e ben fatta, l'accoppiamento di plastiche di diversa fattura e trattamento non producono un risultato elegante, anzi, talvolta c'è proprio una caduta di stile, come nel caso del coperchietto air-bag del volante o la pulsantiera a sinistra del conducente.

Sgraziata pure la parte dinanzi al passeggero anteriore.

 

 

 

Vista Plancia


 

Votazione complessiva:

7,5

101

 

 

 

Ieri 2001

SPORTIVITA'

 7,5 

ELEGANZA

7,0

SIMPATIA

7,0

STRUMENTAZIONE

8,5

FINITURA

7,5


 

Oggi 2010

SPORTIVITA'

 7,0

ELEGANZA

 6,5

SIMPATIA

6,5

STRUMENTAZIONE

8,0

FINITURA

7,0

     

Comodità superiore

 

L'abitacolo è veramente ampio e ben sfruttabile. Sedili comodi seppur un po’ rigidi in stile germanico. Portiere ampie e tanta luce da ogni angolo ( senza tener presente dell'innovativo tetto apribile a lamelle che giunge sino ai posti posteriori ). Questi ultimi sono sufficientemente comodi anche per tre persone, dato che il posto centrale non è disturbato da tunnel centrali o da sagomature sportive sul divano che spesso rendono improponibile l'uso della zona centrale stessa.

Come nelle ultime realizzazioni di casa Fiat, ottimi i poggiatesta posteriori, che rientrano completamente nel divano e sono molto ampi oltre che gradevoli esteticamente.

Buono il livello di finitura e a tal proposito da notare l'aumento della cura anche nel padiglione e il rivestimento coordinato sui montanti interni delle portiere.

Maggior cura poteva essere posta nel rivestimento e le plastiche delle portiere, perché se è vero che la "Stilo" è più rifinita delle precedenti compatte medie, è pur vero che la concorrenza non sta a guardare e migliora sempre anche essa.

 

Vista Abitacolo


 

Votazione complessiva:

7,0

101

 

 

 

Ieri 2001

 

SPORTIVITA'

 7,0 

ELEGANZA

 7,5 

SIMPATIA

7,0

FINITURA

7,5


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

7,0

ELEGANZA

 7,0

SIMPATIA

7,0

FINITURA

7,0

   

 

Effetto minigonna

La Stilo 5 porte se si è letto tutto l'articolo del design, non è una vettura che si compra per il suo impatto emozionale estetico, ma esclusivamente per ragioni razionali e funzionali. Non presenta guizzi di stile travolgenti, anzi, rasenta l'anonimo.

Ci piace, però, l'incavo nella parte bassa delle portiere che tendono a rientrare bruscamente verso l'interno, mentre la struttura del giro porta scende regolarmente.

Tale contrasto crea forza al corpo centrale della vettura regalandogli un pizzico di sportività, assente in tutta la vettura.

 

 

 

 

120

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it