logo1st1st10st13st20st25st36


 Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Giovedì 18 febbraio 2010

 

        Anteriore 8,5      3/4 Anteriore 8,5      Laterale 8,0      3/4 Posteriore 8,5       Posteriore 8,0      Plancia 8,0       Abitacolo 8,0  

                                                                                       Votazione Totale: 8,0                                                                              

Grinta formato mignon

 

E' soprattutto nella vista frontale che la “Sporting” si differenzia ( come già il nome spiega ) dalle altre "Seicento" normali.

Gomme larghe e specchietti in tinta carrozzeria, per il resto tutto uguale, tranne ... il paraurti. Già nelle versioni standard il paraurti è piuttosto grintoso e simpatico. Qui diviene veramente corsaiolo. Avvolgente e ricco di feritoie per il raffreddamento del motore con in più due prese verticali stile branchia poste ai lati del paracolpi stesso che fungono da raffreddamento per l'impianto frenante.

Nella parte più bassa del paraurti, due semplici fendinebbia sottili e rettangolari.

Il cofano e i fanali sono i medesimi delle più borghesi Seicento, ma comunque contribuiscono con il loro dinamismo stilistico a rendere sportivo questo simpatico musetto.

Vista Anteriore


Votazione complessiva:

8,5

 

101

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

9,0

          

ELEGANZA

 8,0 

 

SIMPATIA

9,0

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

 9,0

 

ELEGANZA

 8,0

 

SIMPATIA

8,5

 

 

 

 

Kart in abito da città

 

Ad un frontale decisamente aggressivo si contrappone una fiancata sinuosa ma tutto sommato discreta. In queste foto vediamo la corsaiola minigonna aggiuntiva in tinta carrozzeria che era opzionale con il pacchetto “Abarth”, così come i cerchi in lega.

Se da un lato conferisce tanta grinta e dinamismo, dall'altra appesantisce un pò la pulizia stilistica. In definitiva dona un mezzo punto in più in termini di grinta, ma toglie un mezzo punto sotto la voce eleganza. Perché la "Seicento", che oggi è ancora in vendita con successo e si fa chiamare "600", quindi per numero e non più per lettera, seppur rappresenta una vettura da primo pezzo e da vera cittadina, non ha mai mancato di distinzione e simpatia.

Molto gradevole l'ondulazione verticale della portiera che fu un taglio deciso con la sua progenitrice "Cinquecento" che risulta essere molto più quadrata e lineare. 

 

 

Vista  3/4 Anteriore


Votazione complessiva:

8,5

 

101

 

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

9,0

          

ELEGANZA

8,0

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

8,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

8,5

     

Simpatica birichina

 

Gradevole la vista laterale. La silhouette è quella delle versioni non sportive, tranne dettagli che ne modificano il carattere. A parte la vistosa minigonna firmata “Abarth”, troviamo un robusto, ma allo stesso tempo discreto, paracolpi laterale che può essere tutto nere, o sfumato in tinta carrozzeria.

Molto riuscito il finestrino posteriore, che ad a metà si alza in diagonale creando dinamicità all'intera fiancata e allo stesso tempo costruendo un montante posteriore massiccio e non privo di personalità.

Secondo noi, non sarebbe guastato un profilo nero ( come troviamo sulla stessa Seicento Suite ) sul montante centrale, che visivamente avrebbe unito il finestrino posteriore fisso, con quello della portiera, creando stilisticamente un unico gruppo.

 

Vista  Laterale


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

9,0

          

ELEGANZA

 8,0 

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

 8,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

8,0

     

Cattiva tra i semafori

 

La visita di 3/4 posteriore mette in luce tutta la grinta della piccola city car della Fiat, scomparsa troppo precocemente dai listini a nostro avviso.

Dal posteriore alla fiancata, tutto pare sinuoso, grazie alle giuste curve date alla carrozzeria, ad un lunotto piuttosto ovale e ad un paraurti senza spigoli e molto avvolgente che si integra comunque perfettamente con il passa ruota posteriore.

Corsaiolo e ben integrato lo spoiler alto posteriore sopra il lunotto stesso che si sviluppa per tutta la larghezza della vettura e si presenta in tinta con la carrozzeria. tinta, che ricordiamo gioca un ruolo importante sulla Sporting, perché, al pari della precedente "Cinquecento Sporting" non era disponibile in tutte le varianti, ma solo in quelle particolari "giallo / rosso / nero pastello" che fanno tanto cattiva e un "grigio medio metallizzato" per creare una sportività in giacca e cravatta.

 

Vista  3/4 Posteriore


 

Votazione complessiva:

8,5

101

 

 

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

 9,0 

          

ELEGANZA

 8,5 

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

5,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

8,0

     

Simpatiche viste

 

Il retro della Sporting è caratterizzato, al pari del frontale, dal personalizzato paraurti. Completamente differente rispetto a quello piuttosto semplice e anonimo delle Seicento civili, qui siamo dinanzi ad un opera "racing".

Massiccio, molto sviluppato in senso verticale, si mostra privo di spigoli grazie alle giuste curvature in alto e sui fianchi. Molto intrigante lo spazio centrale dedicato nella parte di mezzo all'alloggio della targa, mentre nella parte sottostante troviamo tre piccole prese d'aria chiusa da una sottile aletta che funge quasi da estrattore d'aria.

Sulla sinistra troviamo un tubo di scarico brunito che esce da un apposito incavo.

I fanali si sviluppano in senso orizzontale e molto sottili e non mostrano nessuna variazione rispetto alle altre Seicento, così come in portellone con il grandissimo lunotto ovoidale.

In alto fa bella mostra di sé, lo spoiler in tinta carrozzeria, così come caratterizzante la firma rossa "Sporting".

Intelligente lo svaso del portellone tra i fanali che permette l'inserimento della mano per l'apertura dello stesso.

 

 

Vista Posteriore


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

 8,5 

          

ELEGANZA

 8,0 

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

 8,0

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

8,0

     

Motore in plancia

 

La plancia della Sporting è praticamente la stessa delle altre Seicento, tranne per un particolare e delle finiture personalizzate.

Una plancia in un corpo unico di plastica grigia di aspetto non certo raffinato, ma comunque robusto e ben assemblata. Molto avvolgente e curvilinea con una bombatura che fuoriesce nella consolle centrale che porta con sè tasti tondi molto pratici e le tre classiche manopole per la climatizzazione.

Sotto e piuttosto lontana l'autoradio, così come non di agevole accesso i due pulsanti degli alza vetri elettrici posti proprio a destra e a sinistra dell'autoradio.

Molto carina e ben visibile la piccola palpebra dietro al volante, tonda, con indicatori circolari ed una batteria di spie che seguono la curva della palpebra.

A fare da padrona sulla plancia, ecco comparire, in esclusiva per la sola Sporting, una torretta con un grande contagiri dalle cifre rosse, perché anche un buon 1.1 i.e. può far assaporare il gusto della guida.

Volante poco sportivo, ma bello il rivestimento della corona in pelle, così come pomello e cuffia del cambio.

 

 

 

Vista Plancia


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1998

SPORTIVITA'

 8,5 

ELEGANZA

8,0

SIMPATIA

8,5

STRUMENTAZIONE

8,5

FINITURA

8,0


 

Oggi 2010

SPORTIVITA'

 8,0

ELEGANZA

 7,5

SIMPATIA

8,5

STRUMENTAZIONE

8,0

FINITURA

7,5

     
Avvolge ma non soffoca

 

L'abitacolo è piccolo ma accogliente. Ricordiamoci che stiamo parlando di una vettura lunga appena 332 cm e con quattro posti sufficientemente comodi e la possibilità di ospitare anche un quinto passeggero stringendosi sul divanetto posteriore. Da non dimenticare che l'altezza interna offerta, per una piccola city car concepita non di recente, non è affatto male.

Molto gradevoli i sedili di tessuto anche robusto e piuttosto avvolgenti sia sui fianchi che sulle spalle, senza però essere troppo ingombranti.

Parte della portiera è a lamiera per ridurre i costi, ma non è affatto male il colpo d'occhio, specie in questa Seicento corsaiola.

 

 

Vista Abitacolo


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1998

 

SPORTIVITA'

 8,5 

ELEGANZA

 8,0 

SIMPATIA

8,5

FINITURA

8,5


 

Oggi 2010

 

SPORTIVITA'

8,0

ELEGANZA

 7,5

SIMPATIA

8,0

FINITURA

7,5

   

 

Paraurti cattivo

Il paraurti in questa vettura cambia l'anima di un'intera vettura. un piccolo investimento industriale e si ha per le mani un'altra vettura. incredibile ma vero.

 


Minigonne vistose

Molto tuning la minigonna laterale, ma per chi è appassionato di elaborazioni, eccone una "quasi" di serie.

 

 

 


Contagiri in primo piano

Anche su una cittadina, che oltre tutto, ha sempre fatto del prezzo d'acquisto accessibile e dai costi di gestione bassissimi il suo cavallo di battaglia, non si può nascondere il cuore, ed ecco apparire il contagiri sulla plancia, come un totem da contemplare.

 

 


Cerchi sportivi

De gustibus, ma rispetto ai cattivi cerchi Abarth, quelli originali della Sporting, sono oltre che sportivi, anche molto raffinati ed eleganti.

 

120


116


i18


i18

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it