logo1st1st10st13st20st25st36


 Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Mercoledì 21 marzo 2012

 

        Anteriore 8,5      3/4 Anteriore 8,0      Laterale 8,5      3/4 Posteriore 8,0       Posteriore 7,5      Plancia 7,0       Abitacolo 8,0  

                                                                                       Votazione Totale: 8,0                                                                              

Aggressivamente piacevole

 

La Fiat Bravo nata nel 1995 fu soggetta ad un aggiornamento di gamma del 1999, dove esteticamente venne leggermente rivista la mascherina centrale. Macchina armonicamente molto riuscita, con una vena spiccatamente sportiva. A diversi anni di distanza, sono già due le medie compatte del Lingotto ad esserle succedute, eppure a vederle per strada, queste Bravo esprimono la stessa grinta di allora ed un'apprezzabile freschezza stilistica. Il muso è di una grinta non comune. Paraurti ricco di prese d'aria, con una grande e  sorridente che si estende sino ai lati dove fanno capolino due bei fanali tondi incassati. Molto graffianti i due baffi in plastica nera sugli angoli del paraurti stesso, unici elementi non in tinta con la carrozzeria. Moderni, ed ancora attualissimi, gli aggressivi fanali con tre distinte parabole protetti dal trasparente, che come due occhi cattivi osservano la strada. Avvolgenti e ben coordinati con il resto della vettura i due specchietto retrovisori esterni.

 

Vista Anteriore


Votazione complessiva:

8,5

 

101

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

9,5

          

ELEGANZA

8,5

 

SIMPATIA

9,0

 


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

 9,0

 

ELEGANZA

 8,0

 

SIMPATIA

8,0

 

 

 

 

Sinuosa senza esagerare

 

Questa vista evidenzia la singolarità muscolare che contraddistingue la Bravo di metà anni novanta con tutta la concorrenza dell'epoca ed anche buona parte di quella odierna. Linea sinuosa e dolce sull'anteriore, per divenire energica e robusta sul posteriore, grazie alla rientranza del corpo vettura verso l'interno a partire dalla linea di cintura. Grandi superfici vetrate dove il finestrino posteriore tende a restringersi verso la coda, creando quella atmosfera tipica delle coupé.

 

 

Vista  3/4 Anteriore


Votazione complessiva:

8,0

 

101

 

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

8,5

          

ELEGANZA

8,0

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

8,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

7,5

     

Filante con discrezione

 

Filante e grintoso il profilo, nonostante una compattezza d'insieme. Per merito del montante centrale scuro, la superficie vetrata appare un tutt'uno e ben si distingue dal corpo carrozzeria sottostante fluido ed energico. Nella sua semplicità, si presenta molto dinamica, come vuole essere appunto la Bravo. Gli stessi paraurti si integrano perfettamente nella linea, specie con la tinta carrozzeria. Allo stesso tempo i profili neri plastici a protezione dai piccoli urti sono sottili e aumentano quella atmosfera sportiva d'insieme. Si nota come si è voluta mantenere una certa continuità stilistica con la precedente media compatta “Tipo” nello sviluppo avvolgente del portellone posteriore che non si limita al retro, ma prende, appunto, anche parte della fiancata, divenendone parte importante nella sua caratterizzazione sportiva. Molto belle le frecce poste sul parafango anteriore che con la loro forma a gemma sintetizzano la fluidità del profilo della Bravo.

 

Vista  Laterale


 

Votazione complessiva:

8,5

101

 

 

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

9,0 

          

ELEGANZA

 8,5 

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

8,5

 

ELEGANZA

 8,0

 

SIMPATIA

 8,0

     

Muscoli in bella vista

 

Guardandola di tre quarti posteriore, quello che colpisce maggiormente è la forte spalla sulla quale poggia tutto il retro. La parte alta dell'abitacolo tende a implodere sulla coda, lasciando però sotto la linea di cintura la medesima larghezza, conferendo un aspetto da cattiva pura, con un assetto racing da vera gran turismo. Evidente come il grande finestrino adibito alla luce degli occupanti del divanetto posteriore tenda ad alzarsi verso il portellone. Notevole il design d'integrazione tra la spalla muscolare e i fanali, che sembrano prendere vita proprio dall'energia del laterale per andare a chiudersi verso il centro del baule.

 

Vista  3/4 Posteriore


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

 8,0 

          

ELEGANZA

 8,0 

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

7,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

7,5

     

Spalle larghe

 

La zona meno elaborata, più semplice, ma non banale. Avendo la Bravo dinanzi a sé, e guardandola perfettamente in coda, è evidente il taglio in due sezioni dell'abitacolo, con la parte bassa, larga ed aggressiva, e la parte sovrastante la linea di cintura che tende a stringersi verso il tetto. A questo andamento non si nasconde certamente il lunotto che nei suoi angoli bassi si racchiude seguendo il profilo dei fanali. Proiettori grandi e dall'estetica elaborata nelle sue lampade interne, dove si mostrano i diversi giochi circolari. A nostro avviso, per quanto funzionale, non è riuscitissima la grande maniglia del baule a forma di becco d'anatra, portando sulla parte centrale del paraurti sottostante l'alloggio della targa. Simpatiche e sportive le due gemme catarifrangenti poste ai lati della targa. Su questa due volumi compatta, si integra benissimo lo spoilerino sopra il lunotto. Non è volgare, ma ne esalta in modo discreto la sportività dell'inclinazione del lunotto stesso.

 

Vista Posteriore


 

Votazione complessiva:

7,5

101

 

 

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

 7,5 

          

ELEGANZA

 7,5 

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

 7,5

 

ELEGANZA

 7,0

 

SIMPATIA

7,0

     

Moderna ma non di vertice

 

In questa media compatta di buon successo degli anni novanta, la plancia è il settore meno riuscito e coinvolgente. La funzionalità e la corretta ergonomia non manca, ma è il disegno d’insieme, l’accostamento di diverse superfici e soprattutto la qualità dei materiali a non essere certo ai vertici della categoria. Eppure in certi versi fu anche rivoluzionaria come il fatto di essere la prima auto italiana con il sistema audio integrato direttamente in plancia per ovviare alla piaga dei furti di autoradio. L’insieme risulta nel suo complesso ovoidale con il corpo centrale che suddivide in due sezioni uguali la strumentazione dinanzi al guidatore ed il cassettone con airbag. Il tutto sembra appoggiato sul piccolo tunnel centrale dove troviamo la leva del cambio. La plastica utilizzata per l’insieme non è trattata superficialmente a dovere, con una groffatura più consona ad un veicolo commerciale che non ad uno ad uso famigliare. L’unica nota un poco distintiva, soprattutto rispetto alle cugine Brava e Marea risiede nella strumentazione con indicatori circolari e più sportivi. Nelle ultime versioni, un effettivo miglioramento della qualità percepita avvenne, ma quando oramai vicina vi era la Stilo a prenderne il testimone.

 

 

Vista Plancia


 

Votazione complessiva:

7,0

101

 

 

 

Ieri 1995

SPORTIVITA'

 8,0 

ELEGANZA

7,5

SIMPATIA

7,5

STRUMENTAZIONE

7,5

FINITURA

7,5


 

Oggi 2012

SPORTIVITA'

 7,5

ELEGANZA

 6,5

SIMPATIA

6,5

STRUMENTAZIONE

7,5

FINITURA

6,0

     

Luminoso e accogliente

Una 3 porte accogliente e ampia in un corpo vettura che oggi risulta più corto di 4cm. rispetto ad una Punto. Sedili comodi e di qualità con quelli anteriori leggermente più avvolgenti e con un divanetto posteriore adatto ad accogliere due persone con un buonissimo comfort, mentre in tre qualche sacrificio è d’obbligo. Ampie le superficie vetrate che contribuiscono a rendere più luminoso l’abitacolo. Semplici i pannelli portiera. La Bravo al suo interno non ha pretese di lusso, ma di adeguata comodità ed invidiabile funzionalità.

 

 

Vista Abitacolo


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1995

 

SPORTIVITA'

 8,5 

ELEGANZA

 8,0 

SIMPATIA

8,5

FINITURA

7,5


 

Oggi 2012

 

SPORTIVITA'

 8,0

ELEGANZA

 7,5

SIMPATIA

8,0

FINITURA

7,0

   

Forza e solidità

La Bravo si distingue particolarmente per la sua spalla posteriore pronunciata, che conferisce alla vettura, anche da ferma una notevole sensazione di stabilità e sicurezza nella guida veloce.

 

 

 


Giochi di luce

Articolata ed unica la fanaleria in coda. La Bravo al buio la distinguevi da tutte le altre.


 


 

 

120


116

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it