logo1st1st10st13st20st25st36


 Itautoweb
banner1

134 296 367 564 580 637 670 695 778 894 m1283 1298p 1306  1344 1574 

"La tua auto italiana dal 1993 ad oggi"      

Notizie storia design curiositÓ oggi ieri la tua prova
chi siamo       Eco itauto       dizionario       prima pagina       contattaci       confronti       concessionari

Ultima modifica: Martedì 27 settembre 2011

 

        Anteriore 8,5      3/4 Anteriore 8,5      Laterale 8,0      3/4 Posteriore 8,0       Posteriore 8,0      Plancia 8,0       Abitacolo 8,0  

                                                                                       Votazione Totale: 8,0                                                                              

 

Aggressiva in vero stile Alfa

 

Fu rivoluzionario ai tempi e modernissimo oggi con il suo sviluppo orizzontale spezzato al centro da un grande scudo dove capeggia il logo della casa milanese. In questa prima versione il frontale di 156 è articolato nella sua semplicità. I fanali che partono dai fianchi possenti, non invadono troppo e al loro interno si intravedono le due parabole distinti. D’effetto e nel pieno rispetto della tradizione del marchio le aperture dell’aria orizzontali che partendo dai fanali convergono verso il centro, spalleggiando lo scudetto stesso. Integrato alla perfezione il paraurti che pare un tutt’uno con il resto del frontale. Affascinante come lo scudetto penetri, e non solo visivamente, all’interno del paraurti stesso, spezzandolo in due. Sportiva la  bassa presa d’aria a tutta larghezza, dove alloggiano sui fianchi i fendinebbia circolari. Importanti i baffi  in plastica nera di protezione. Singolare e storica, l’alloggiamento della targa lateralmente. Il cofano motore prende vita dallo scudetto con le nervature sia concave che convesse, con la parte centrale più prominente; biglietto da visita di propulsori vigorosi.

Vista Anteriore


Votazione complessiva:

8,5

 

101

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

9,5

          

ELEGANZA

 8,5 

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

9,0

 

ELEGANZA

 8,0

 

SIMPATIA

8,0

 

 

 

 

 

Bella forza !!!

 

Stiamo scrivendo nell’autunno del 2011, ovvero 14 primavere dopo la presentazione di questa bellissima media sportiva da famiglia. Una macchina bellissima, a nostro avviso una delle Alfa più belle della sua leggendaria storia ( e di vetture affascinanti, Arese se ne intende ). Non ha punti deboli, da ogni angolo la si guardi. Ma se dovessimo scegliere, il tre quarti anteriore è senza dubbio il più coinvolgente. Al suo aggressivo frontale, ben si integrano dei fianchi snelli ma energici. Un fisico da atleta pronto a far mangiare la polvere ai suoi concorrenti, ma senza eccessi di masse muscolari aggiunte. Insomma un atleta in giacca e cravatta. Montanti sottili anteriori sono da vera sportiva, così come i parafanghi larghi ma non anabolizzati. Il tre quarti anteriore la fa sembrare già più ad una coupé che ad una berlina da famiglia, facendone intravedere lo stratagemma stilistico che emerge concretamente sul fianco.

 

Vista  3/4 Anteriore


Votazione complessiva:

8,5

 

101

 

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

9,5

          

ELEGANZA

8,5

 

SIMPATIA

8,5

 


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

9,0

 

ELEGANZA

 8,0

 

SIMPATIA

8,0

     

 

Abili travestimenti

 

Eccoci sul fianco di questa compatta berlina italiana. I volumi da classica berlina ci sono, con un corpo centrale che ben definisce lo spazio dedicato all’abitacolo, un cofano a se stante, non lungo ma compatto, così come ben delineato e a se stante appare il corto baule posteriore. Nessun tetto rastremato sul retro che mal si addice ad un agevole ingresso ai posti posteriori. Nulla di strano dunque? Forse si … una dimenticanza !!! Ma la maniglia della portiera sul retro dov’è finita? Anteriormente una bellissima e lucida in acciaio in stile anni 50-60’ colpisce l’occhio ed in tal modo ne evidenzia ancor più l’assenza dietro. E’ una berlina quindi deve essere anche pratica, dunque eccola lì, mimetizzata sul bordo inferiore del finestrino. Non sarà il paradigma dell’ergonomia, ma senza dubbio è stata  una scelta stilistica innovativa che riesce in un tocco solo a donare quella atmosfera da coupé che solo una due porte può conferire senza nulla togliere alla fruibilità di una normale quattro porte.

 

 

Vista  Laterale


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

9,0

          

ELEGANZA

 8,0 

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

8,0

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

8,0

     

 

Seduzione all’italiana

 

Questa vista mostra ancor di più i pregevoli tagli sulla fiancata che partono dal posteriore per entrare sulla portiera, scomparire verso il montante centrale e ripartire all’altezza della maniglia anteriore per definire bene il parafango e perdersi sullo spicchio laterale del fanale frontale. Avvolgente e compatto il lunotto appoggiato a montanti corposi ma non ingombranti che planano dolcemente verso il baule corto ed alto. Robusto e dall’andamento a cuneo il paraurti che lega bene con il resto della carrozzeria.

 

 

Vista  3/4 Posteriore


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

 9,0 

          

ELEGANZA

8,0 

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

8,0

 

ELEGANZA

 7,0

 

SIMPATIA

7,5

     

 

Grrr … Grinta !!!

 

Anche il posteriore rompe totalmente con la sua progenitrice, andando, così come è stato fatto per il resto della carrozzeria, a ripescare nel DNA storico del “ Biscione ”.  La fanaleria si sviluppa orizzontalmente in modo sottile accigliandosi verso il centro del bagagliaio, come se fossero due occhi attenti a fissare una preda. Una scelta perfetta che ben si integra con il bagagliaio non massiccio. Imponente invece il paraurti protetto da una modanatura in plastica nera, sotto la quale centralmente è ricavato lo spazio incassato per la targa, ai cui fianchi due sottili gemme catarifrangenti oltre ad essere efficienti ben riprendono lo stile dei fanali sopra. Interessante i leggeri baffi laterali inferiori del paraurti.

 

Vista Posteriore


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

8,5

          

ELEGANZA

8,0

 

SIMPATIA

8,0

 


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

8,5

 

ELEGANZA

 7,5

 

SIMPATIA

7,5

     

 

Al volante della storia

 

La plancia di una vera Alfa Romeo è sempre stata, dai tempi dei tempi,  un concentrato di essenzialità mirata al pilota. La 156 ne ha ripreso gli stilemi portando il guidatore a distrarsi il meno possibile, permettendogli la piena concentrazione della guida. Dalla storia ecco riemergere due grandi strumenti incassati, separati da un piccolo display. Belli , piccoli e di foggia sportiva i volanti, così come il tunnel centrale a sviluppo verticale dove emergono tre indicatori circolari. Una scelta di sintesi dove volante e cambio la fanno da padrona. Ma nulla è lasciato al caso, vista la sinuosità dell’intera struttura della plancia che si raccorda perfettamente con le portiere.

 

Vista Plancia


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1997

SPORTIVITA'

 9,5 

ELEGANZA

7,0

SIMPATIA

8,0

STRUMENTAZIONE

9,0

FINITURA

8,0


 

Oggi 2011

SPORTIVITA'

 9,5

ELEGANZA

 6,5

SIMPATIA

7,5

STRUMENTAZIONE

8,5

FINITURA

6,5

     

 

Ci si diverte in quattro

 

Berlina da famiglia senza dubbio, ma se tutta la famiglia ama lo sport? Dunque poltroncine anteriori sempre anatomiche con fianchi ben imbottiti che fasciano a dovere, senza sconfinare comunque in un vero spirito racing. Posteriormente il divanetto, non di larghezza eccelsa, è concepito con un design atto a privilegiare, come avviene per i due occupanti dinanzi, il contenimento laterale di due passeggeri. Dunque in quattro è l’ideale per assaporare ogni curva, comunque senza trascurare la qualità di un morbido velluto o di una raffinata pelle, che si presenta ben integrata anche sull’interno portiera. L’insieme dell’abitacolo, dunque appare sportivamente accogliente.

 

 

Vista Abitacolo


 

Votazione complessiva:

8,0

101

 

 

 

Ieri 1997

 

SPORTIVITA'

9,0 

ELEGANZA

8,5

SIMPATIA

8,0

FINITURA

8,0


 

Oggi 2011

 

SPORTIVITA'

8,5

ELEGANZA

 8,0

SIMPATIA

7,5

FINITURA

7,5

   

 

Scudo

Fascino, grinta e decisione racchiusi in questo scudo cromato che si incastona alla perfezione nell’avvolgente paraurti.


Targa

Su di una vettura sembra singolare parlare di una comune targa, ma il suo posizionamento è scelto sulla 156 in modo quanto meno originale. Non centralmente come su tutte le auto, ma su fianco sinistro, come accadeva in tempi passati nelle auto anche da competizione stradali.


Maniglie

All’acciaio lucente con apertura a bottone delle portiere anteriori, fanno da contr’altare la modernissima maniglia posteriore celata nel design del finestrino posto sulla portiera.

 

 

 

 

 

 

120

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

logo itauto2

www.itautoweb.it